Silvia Albarella/Anne Tismer
Non-tutta
 
Trailer
short Version


Non tutta è uno studio e una ricerca sulla personalità istrionica, vista come forma postmoderna di
isteria.

L'isterico desidera ad ogni costo essere preso sul serio e venire notato, ed è terrorizzato dall’idea
di non riuscirci. Vuole che le sue paure e le sue ansie siano prese in considerazione, e per questo
ha sempre bisogno di un interlocutore pronto a confermarlo, altrimenti teme di sparire. Per questo
fa sempre un po' di più degli altri. Spesso esagera. È spinto, frenetico, soffre di insonnia cronica e
quindi di esaurimento, ma allo stesso tempo ha una nostalgia infinita del silenzio – anche se poi
molto probabilmente non potrebbe sopportarlo. Cerca – in realtà per disperazione – di sfuggire di
continuo ai suoi stessi movimenti, occupandosi di cose che non appartengono alla sua vita
quotidiana: le stelle, le proprietà dei numeri, la forma di una rana, o si diverte a riflettere sui nomi
delle strade, o cerca uno stato di torpore o anche di imitare il letargo di un piccolo roditore del
deserto.

Non tutta è il tentativo di creare un’immagine plastica del mondo isterico-istrionico. Un mondo che
per lo spettatore è in parte molto divertente, per l'istrionico un incubo.

In Non Tutta Silvia Albarella e Anne Tismer hanno offerto la rappresentazione ironica e talvolta
grottesca dell'isteria oggi... Geniale l'idea del costumone fallico. In psicoanalisi il fallo è un
sembiante, è un velo posto sulla mancanza costitutiva del soggetto, che conferisce brillantezza
agli oggetti che li rende desiderabili… Nella performance questo è reso splendidamente da questo
fallo dalle movenze quasi anatomiche. Fallo che è per la sua abitante al contempo una gabbia
soffocante, la gabbia soffocante, la gabbia di tutta la pletora di sintomi corporei che sono dispiegati
nel corso della performance
” (Chiara Mangiarotti, psicoanalista)

Idea/ Progetto e scenografia: Silvia Albarella
Testo e performance: Anne Tismer
Musica e performance: Tom Tiest
Drammaturgia e collaborazione artistica: Julie Pfleiderer
Video: Sirko Knüpfer/ Assistenz: Juliane Kremberg
Consulenza artistica: Bart van den Eynde
Luci: Arnaud Poumarat
Produttore esecutivo: Björn Pätz /Björn & Björn

Una produzione di Silvia Albarella in coproduzione con le sophiensaelen di Berlino ed il Forum Freies Theater Düsseldorf.
Patrocinato dell' Hauptstadtkulturfonds, col sostegno dell'istituto Italiano di Cultura e della Flämische Repräsentanz di Berlino

Prima assoluta: sabato 3 marzo h 20.00 alle sophiensaelen di Berlino

Foto: Lidia Tirri